Quello che rende la nostra cucina speciale

I sapori della nostra terra

Come mai i vostri piatti hanno un sapore così straordinario? Sentiamo spesso questa domanda. La risposta è semplicissima: cerchiamo di fare il più possibile noi stessi. La maggior parte degli ingredienti che utilizziamo proviene dal nostro orto, che papà Hans cura come fosse un figlio. Se anche voi vi dedicate al vostro piccolo orticello di frutta e verdura, allora sapete quanto tempo richieda. Per Hans l’orto è una grande passione, assieme allo sci e alla falegnameria. “Se fosse un lavoro, non lo farei di certo”, dice ridendo. E quando varca la soglia della cucina portando il suo prosperoso raccolto, lo chef e il suo staff iniziano a creare nuove prelibatezze. Il cibo ha un sapore migliore se preparato con amore.

Ecco perché amo tutto ciò che è verde...

Papà Hans è il nostro pollice verde, ma anche lo staff di cucina non scherza di certo! Curano personalmente il piccolo orticello di erbe aromatiche del nostro hotel, ricco di prezzemolo, erba cipollina, edera terrestre, salvia, origano e molti altri esaltatori di sapidità. E spesso fanno visita al Lechnerhof per ammirare quello che sta crescendo nell’orto oppure per controllare se i frutteti stanno già dando i loro frutti. Il maso è circondato da campi che si estendono a perdita d’occhio e da una scuderia di cavalli. Con questo suggestivo panorama è normale che frutta e verdura crescano e fioriscano rigogliosamente. Nel corso degli anni Hans ha piantato 500 cespugli di rose. In autunno gli Amaryllis sono già pronti nella serra e i tulipani per la primavera sono già stati piantati. Avete notato gli splendidi fiori che decorano l’hotel? Sono un altro risultato della nostra passione. 

Dalla A di asparagi alla Z di zucchine

Rispettare la rotazione naturale delle colture in modo che il terreno rimanga fertile è una cosa fondamentale per il nostro Hans. Non estirpa le erbacce con metodi aggressivi, ma con un trattamento di benessere per il terreno. “Sterilizzando la terra”, come direbbe lui. Lattuga, zucchine, zucca, cavolo: talmente gustosi da sciogliersi in bocca! Carote dai colori così vivaci, che potrebbero vincere un concorso di bellezza. Avete mai sentito parlare di mele Canada, Graf Oldenburg e Renetta grigia? Fragole, ribes e more si trasformano in squisite marmellate, ottime da spalmare sul pane fresco. Siete curiosi di sapere qual è la verdura preferita di Hans? Il pomodoro. Che sia rosso, giallo, blu, marrone o nero a lui non importa: nella serra li coltiva di tutte le forme e colori. E ci fa già venire l’acquolina in bocca...

SimBIOsi

Il nostro orto richiede una cura e un raccolto costanti. Seguiamo il ritmo della natura e ci lasciamo ispirare dalle stagioni. Desideriamo che tutto avvenga nel modo più naturale possibile. Se in qualche modo riusciamo, preferiamo coltivare i nostri ortaggi in modo biologico. Siete curiosi di sapere chi sono i nostri fedeli aiutanti? Le corritrici indiane! Sono ottime per tenere le lumache alla larga dal nostro raccolto.

Niente è impossibile

Al nostro Hans piaceva sperimentare già ai tempi della scuola agraria. E non è cambiato nulla da allora. Nel giardino del Petrus le bacche di goji crescono da ormai molto tempo, quando nessuno ancora sapeva cosa fossero queste piccole delizie dal colore rosso vivo. Asparagi in Val Pusteria? Con Hans è possibile. È particolarmente appassionato di rarità e di vecchie varietà. Un esempio? Il carciofo alpino. Ogni volta che questa prelibatezza arricchisce i nostri piatti, è una vera festa per il palato! Ma c’è sempre spazio per le novità qui da noi, soprattutto quando seguiamo lo scorrere delle stagioni. Tutto questo è perfettamente in linea con la filosofia dello chef Marco Perez. Lui ama perfezionare le sue ricette a base di prodotti stagionali.

Venite con noi nel giardino!

In estate Hans una volta alla settimana va a visitare insieme ai ospiti suo orto e li mostra (molto orgoglioso) il suo regno!

Potrebbe interessarvi anche...